L'Associazione
Serial Killer
Casi irrisolti
Pubblicità
L'opinione
News
Store
Link utili
Cinema
Libri
Serial Pixel
Area sondaggi
Rassegna Stampa
Sala multimediale
UFFICIO BREVETTI
Virtual Tears
spacer
ATTENZIONE! Da oggi, nell'area STORE, potrete acquistare dei gadget personalizzati con il marchio "SERIAL LILLER CULT". Per maggiori informazioni contattate direttamente la redazione al numero di telefono: 0587 734105. Distinti saluti 
Il mostro. Anatomia di un'indagine - Michele Giuttari

Tra il 1974 e il 1985 una serie di atroci delitti sconvolge i dintorni di Firenze: sette coppiette di innamorati vengono massacrate nei luoghi isolati dove si erano appartate. Due turisti tedeschi (uno dei quali scambiato per una donna perché portava i capelli lunghi) subiscono la stessa sorte. In alcuni casi i cadaveri delle vittime sono atrocemente mutilati per asportarne macabri trofei. Le indagini seguono diverse piste, poi si concentrano su un contadino, Pietro Pacciani, nel frattempo in carcere per reati sessuali sulle figlie. Le prove raccolte lo fanno condannare all'ergastolo nel 1994, ma non soddisfano il procuratore Piero Luigi Vigna. Come è possibile che un uomo "rozzo" e ignorante come Pacciani abbia fatto tutto da solo, beffandosi a più riprese della polizia e dimostrando di possedere anche doti di chirurgo? Il processo d'appello è fissato per il gennaio del 1996; Vigna decide di riaprire le indagini affida l'incarico all'uomo giusto: Michele Giuttari, appena nominato capo della Mobile del capoluogo toscano. Giuttari s'immerge nei faldoni, nei verbali di interrogatorio, indaga, interroga e si convince che la verità è ben diversa da quella stabilita dalla sentenza del tribunale: omissioni, elementi di prova ignorati, un clima di paura tangibile come se ancora oggi la gente sapesse che "il mostro" può tornare a colpire da un momento all'altro, omertà e al tempo stesso insinuazioni, chiacchiere, voci che bisogna avere la pazienza di collegare. E a poco a poco Giuttari giunge alla certezza che Pacciani NON PUÒ AVER AGITO DA SOLO. Le indagini, magistralmente ricostruite in questo libro da chi ne è stato il protagonista, porteranno all'incriminazione e alla condanna dei "compagni di merenda" del contadino di Mercatale, gli amici con i quali eseguiva i suoi atroci crimini; ma Giuttari intuisce anche che sopra di loro c'era qualcuno di insospettabile che muoveva le fila, commissionava i delitti, collezionava come feticci quei lugubri trofei. Pacciani muore in circostanze oscure e a questo punto le indagini vengono inspiegabilmente ostacolate dai superiori di Giuttari che riceve inviti sempre più pressanti a interromperle. Giuttari non si arrende, porta a termine il suo lavoro, ma ecco le sue amare parole conclusive: "Il mio tempo è scaduto. Raccolgo in un dossier tutta l'inchiesta, che contiene l'incontrovertibile verità investigativa. Il tempo dirà se coinciderà con quella giudiziaria o, come è già malauguratamente accaduto una volta in questa vicenda, le due finiranno per divergere". Un libro di un uomo di legge che non si rassegna alle mezze verità e che ha il coraggio di reclamare che sia fatta finalmente piena luce su una delle più sanguinose serie di delitti che hanno sconvolto il nostro Paese.

Cerca nel Sito
 
UFFICIO BREVETTI
attendibilità della ricerca [...]
secondo le ultime stime una ricerca di anteriorità [...]

il brevetto internazional [...]
il brevetto internazionale, detto anche pct, consente [...]

industrializzazione prototip [...]
lo studio celsus, tramite professionisti residenti [...]

il modello ornamental [...]
il brevetto per modello, o disegno ornamentale, protegge [...]
 

Entra nella community di Serial Killer e lascia messaggi sul nostro Guestbook.


ATTENZIONE! Da oggi puoi seguirci anche su FaceBook e Twitter e interagire con noi tramite questi popolari social network. Buona visione


spacer
spacer
spacer
(C) Copyright 2010 by Serial Killer Cult ® - P.I. 90022850508