L'Associazione
Serial Killer
Casi irrisolti
Pubblicità
L'opinione
News
Store
Link utili
Cinema
Libri
Serial Pixel
Area sondaggi
Rassegna Stampa
Sala multimediale
UFFICIO BREVETTI
Virtual Tears
spacer
ATTENZIONE! Da oggi, nell'area STORE, potrete acquistare dei gadget personalizzati con il marchio "SERIAL LILLER CULT". Per maggiori informazioni contattate direttamente la redazione al numero di telefono: 0587 734105. Distinti saluti 
Ti trovi qui: Virtual Tears » Tommaso Onofri


 
Tommaso Onofri
 
 
 
L’hanno ucciso con un badile. Era buio pesto quando sono entrati nel bosco. Tommaso piangeva e loro gli hanno stretto le mani al collo. Cercavano di farlo tacere. Il bambino era terrorizzato, continuava ad urlare. Allora l’hanno colpito con una serie di palate. Una volta, due. Poi c’è stato il silenzio. Sul corpo hanno buttato un po’ di terra. E l’hanno abbandonato. È morto così il piccolo Tommaso Onofri, neanche mezz’ora dopo essere stato portato via dalla sua casa. Lo racconta Mario Alessi, uno dei due rapitori. La sera del due Marzo è arrivato con Salvatore Raimondi nella cascina di Casalbaroncolo. Hanno preso il bambino e sono fuggiti in motorino. Il piccolo in mezzo a loro sul sellino. Ma poi hanno visto una macchina con il lampeggiante accesso. Sono caduti. Hanno temuto di essere stati scoperti e si sono nascosti tra gli alberi di Sant’Ilario. Lì, a pochi metri dal fiume, hanno scatenato la loro furia bestiale. Inquieta l’animo Mario Alessi mentre ricostruisce l’omicidio da lui commesso.
 
spacer
spacer
(C) Copyright 2010 by Serial Killer Cult ® - P.I. 90022850508