L'Associazione
Serial Killer
Casi irrisolti
Pubblicità
L'opinione
News
Store
Link utili
Cinema
Libri
Serial Pixel
Area sondaggi
Rassegna Stampa
Sala multimediale
UFFICIO BREVETTI
Virtual Tears
spacer
ATTENZIONE! Da oggi, nell'area STORE, potrete acquistare dei gadget personalizzati con il marchio "SERIAL LILLER CULT". Per maggiori informazioni contattate direttamente la redazione al numero di telefono: 0587 734105. Distinti saluti 
L'omicidio di Giovanna Reggiani

E' morta la 47enne Giovanna Reggiani, la donna aggredita, seviziata e gettata in un fosso nella periferia romana. Era in coma cerebrale profondo. Si è spenta poco prima delle 20 nell’ospedale Sant’Andrea della capitale. Romulus Nicolae Mailat, il romeno di 24 anni fermato, è accusato di omicidio volontario, come scrivono nella richiesta di convalida del fermo il procuratore aggiunto della capitale Italo Ormanni e il sostituto Maria Bice Barborini. Lui, come ha riferito il senatore del Prc Salvatore Bonadonna che è andato a trovarlo in carcere, nega ogni violenza: «Ho rubato una borsetta alla stazione di Tor di Quinto, ha detto. Nessuna violenza, guardate le analisi, nessuna violenza». Giovanna Reggiani si è difesa dal suo aggressore con tutte le forze che aveva. Lo ha spiegato il capo della squadra mobile romana, Vittorio Rizzi, sottolineando che l’arrestato, Nicolae Romulus Mailat, è stato trovato con il volto sanguinante e con numerosi graffi sulla schiena. La vittima, ha detto il vice-sovrintendente della Polizia Antonio Selli, che di notte coordina la Polizia giudiziaria del commissariato Ponte Milvio, «era con i pantaloni abbassati e senza mutandine. Aveva un maglione nero tirato su. Era sotto la pioggia battente e l'abbiamo coperta con un telo». Selli è stato uno dei cinque poliziotti che Martedì sera ha soccorso Giovanna Reggiani e arrestato il suo aguzzino. Il terribile caso di cronaca riporta nuovamente l’attenzione sulla questione sicurezza. Cresce tra i cittadini la percezione di insicurezza, spesso legata all’illegalità e al degrado ambientale. Quel degrado ambientale che si osserva ai margini della nostre città dove sono sempre più presenti baraccopoli che accolgono centinaia di persone. Accampamenti abusivi che divengono ricoveri di nomadi, sorti in luoghi piuttosto isolati, spesso campi incolti o zone con strade sterrate. Luoghi simili alla piccola baraccopoli a ridosso della stazione di Tor di Quinto, dove viveva Nicole Romulus Mailat, il 24enne romeno arrestato dagli agenti della polizia di Stato. Intanto, dopo un sopralluogo delle forze dell’ordine, le autorità hanno deciso la demolizione delle baraccopoli a Tor di Quinto.

» Argomenti Collegati:
Cerca nel Sito
 
Store
stampe artistiche
attenzione! offerta imperdibile! gentili visitatori [...]

t-shirt personalizzat [...]
in questa sezione potrete richiedere la speciale maglietta [...]

il gioco da tavolo "serial [...]
normal 0 14 microsoftinternetexplorer4 [...]
 

Entra nella community di Serial Killer e lascia messaggi sul nostro Guestbook.


ATTENZIONE! Da oggi puoi seguirci anche su FaceBook e Twitter e interagire con noi tramite questi popolari social network. Buona visione


spacer
spacer
spacer
(C) Copyright 2010 by Serial Killer Cult ® - P.I. 90022850508